"Siamo un gruppo di amici musicisti che vogliono suonare e provare, ma non sappiamo dove andare. Come possiamo aprire uno spazio dove far suonare e invitare altri amici ad ascoltare?"

"Abbiamo la passione del cinema, vorremmo organizzare delle piccole proiezioni pubbliche, e un ciclo di incontri. Ma come si fa a ottenere una sede?..."

"Io e i miei amici vogliamo impegnarci in qualcosa di concreto per aiutare chi è in difficoltà e provare a cambiare il mondo impegnandoci in prima persona…come possiamo fare?"

 

Quante volte abbiamo risposto a queste e a tante altre domande di persone come te che hanno un interesse, una passione, la voglia di mettersi in gioco. La risposta è semplice: costituisci una associazione e diventa un circolo Arci.

Costruire un’associazione da al vostro progetto gambe solide su cui camminare, e non è una cosa da specialisti. Può essere una grande esperienza di vita vissuta insieme ad altri, costruisce relazioni, è un momento formativo importante anche dal punto di vista lavorativo.

Aderire all'Arci ti fa entrare nella più grande rete associativa di cultura e solidarietà del nostro Paese.

 

Se diventi un circolo Arci, da noi troverai sostegno, consulenze, servizi, consigli:

- consulenza (legale, fiscale, associativa) sulla normativa in vigore;

- assistenza legale e servizi assicurativi

- convenzioni commerciali per gli acquisti

- sostegno alla progettazione di attività culturali e di promozione sociale

 

F.A.Q.

Cos'è un circolo? E' un'associazione senza fini di lucro fra persone che vogliono promuovere insieme un'attività culturale, ricreativa, di solidarietà, sportiva, ecc..

L'Atto costitutivo è l'atto di nascita dell'associazione, e lo Statuto è l'insieme delle norme che regolano la vita del circolo, che valgono per tutti i soci.

facsimile Atto Costitutivo

facsimile Statuto

Come funziona? La tessera documenta l'iscrizione del socio al circolo e all'associazione nazionale, consente di partecipare alle iniziative e alle attività del circolo e dell'associazione di riferimento. L'affiliazione è l'atto di iscrizione e di adesione del circolo ad un’associazione nazionale, nel cui statuto il circolo stesso si riconosce.

Chi prende le decisioni? L'assemblea è costituita dai soci del circolo, decide il programma annuale, vota il bilancio, elegge il consiglio direttivo. Il consiglio direttivo predispone e applica il programma, elegge il presidente, esegue il mandato progettuale dell'assemblea. Il Presidente è anche, di norma, il legale rappresentante dell'associazione. Il programma è l'insieme delle attività e delle iniziative decise dall'assemblea su proposta del consiglio direttivo; la sua realizzazione, al di là di tutte le definizioni giuridiche e teoriche, è ciò che qualifica veramente la natura del circolo. Il bilancio è il documento che riporta i movimenti relativi alla gestione delle attività, alle spese generali, al tesseramento e presenta all'assemblea dei soci la situazione del rendiconto economico e finanziario obbligatorio per legge dal 1998.

Chi può frequentare i locali e le attività del circolo? Sono autorizzati a frequentare i locali e le attività i soci del circolo in regola con il pagamento della quota sociale; è inoltre facoltà del circolo consentire l'accesso ai soci dell'associazione nazionale cui esso aderisce.

Perché non si può aprire un circolo? Un circolo non è un negozio o un bar, ma nasce dall'iniziativa di cittadini che, senza fini di lucro, si associano per sviluppare un comune interesse, quindi non ci sono "padroni" o "soci fondatori" (dotati cioè di diritti particolari). …ma si può lavorare in un circolo e ricavarne un proprio compenso in modo del tutto legittimo. E' possibile attraverso le forme consentite dalla legge, che vanno dal lavoro dipendente ai diversi tipi di collaborazione con la stipula di contratti legati alle mansioni richieste dallo svolgimento delle attività.

Come posso mettermi in contatto? Puoi telefonare allo 0442 26053, contattarci via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure venire di persona alla sede del Comitato a Legnago in viale dei Tigli 42.

 

 

Leggende metropolitane sui circoli:

["...a fare un circolo si guadagnano un sacco di soldi"]

Il carattere non lucrativo dell'associazione esclude la suddivisione di utili; eventuali compensi per l'espletamento di mansioni di servizio possono essere corrisposti solo nelle forme consentite.


["i circoli non pagano le tasse"]

E' vero in linea generale per quanto concerne le attività istituzionali, purché siano riservate ai soci (con l'eccezione di alcune attività fiscalmente rilevanti, come ad esempio la somministrazione di pasti). Esattamente come per tutte le associazioni di volontariato e di promozione sociale presenti in Italia.


["il bilancio di un circolo può essere solo in pareggio"]

Non necessariamente, ma l'avanzo di gestione deve essere destinato, su decisione dell'assemblea dei soci, ad usi compatibili con le finalità statutarie (migliorie alla sede, reinvestimento in attività, beneficenza, ecc.)

["il circolo può utilizzare solo il lavoro volontario dei soci"]

Nulla vieta di prevedere, nelle forme consentite, compensi a persone, soci e non, per lo svolgimento di mansioni ed incarichi.

 

Accesso Utenti

Menu Utente

echo '
nike tn pas chernike tn pas chernike tn pas chernike tn pas chernike tn pas chernike tn pas cherair max pas cherair max pas cherair max pas cherair max pas cherair max pas chergiuseppe zanotti pas cherzanotti pas chergiuseppe zanotti pas chergiuseppe zanotti pas cherzanotti pas chergiuseppe zanotti pas chergiuseppe zanotti soldesmichael kors outletmichael kors outlet onlinemichael kors outlet storemichael kors outlet handbagsmichael kors outlet watchesmoncler outlet onlinepiumini moncler outletmoncler outletmoncler outlet italiamoncler outlet milanowoolrich outlet online
';